Come cucinare un’ottima carne alla griglia

È arrivata la Primavera e la voglia di stare all’aria aperta risveglia in tutti noi il desiderio di organizzare una fantastica grigliata! E, tempo permettendo, ad aprire la stagione delle grigliate è la giornata di Pasquetta, diventata ormai una tradizione. Una giornata da trascorrere insieme in allegria, all’insegna del buon gusto e di sapori genuini.

Ma quali sono i trucchi per un’ottima grigliata?

Per una buona riuscita la materia prima, quindi la carne, dev’essere fresca e di qualità. Per non sbagliare, noi da sempre ci affidiamo all’Azienda Agricola Martinelli di Arcisate, per noi la miglior carne della Valceresio. L’azienda, a conduzione famigliare, alleva e macella i propri animali garantendo così un prodotto finale di qualità. Professionali e cordiali sapranno consigliarvi al meglio sulla scelta e anche sulla quantità da acquistare.

La carne di manzo è sicuramente la migliore poiché sopporta le cotture ad alte temperature. Ma non si può parlare di grigliata se non c’è almeno un carrè di costine (o puntine) di maiale da abbrustolire. Ricordate che il segreto per una carne saporita è il grasso, se sceglierete un pezzo di maiale magro, una volta cotto, sarà duro e poco gustoso. Il pollo può essere aggiunto alla lista della spesa, soprattuto per conquistare il palato dei più piccoli, ma sarà saporito e non seccherà solo con un’adeguata marinatura che vedremo in seguito. Infine salamelle a volontà!

La marinatura è uno dei piccoli (o grandi) segreti per un’ottima carne alla griglia. Dev’essere grassa, oleosa, spezziata e leggermente acida. Senza queste caratteristiche le alte temperature della brace renderanno la vostra carne dura. La più classica prevede olio d’oliva, trito di erbe aromatiche (quelle che più preferite!), aglio e vino. Molto importanti sono i tempi di marinatura: 4 ore per il manzo e dalle 2 alle 4 ore per il maiale e il pollo, oltre questo tempo rischierete di sfaldare la carne.

Ricordate che prima di mettere la carne sul fuoco, dovrete tamponare bene la marinatura in eccesso. Vi consigliamo di oleare leggermente la carne durante la cottura con un pennello da cucina o un rametto di rosmarino.

Mai salare la carne prima di metterla sul fuoco, il sale elimina l’acqua e la carne rischia di indurirsi.

Quando accendere il fuoco? Ci sono due scuole di pensiero, chi l’accende con largo anticipo in maniera che si formi la brace senza il rischio di fiamma e quelli del ultimo minuto che preferiscono una piccola fiammella per un gusto più abbrustolito. In realtà la griglia è meglio accenderla circa 30 minuti prima, il tempo necessario per far diventare la carbonella brace in grado di cuocere senza bruciare le carni.

Una volta cotta, togliete la carne dal fuoco e lasciatela riposare in un piatto coperto da carta stagnola per mantenere il calore. La carne risulterà più morbida. Provare per credere!!

Un pensiero su “Come cucinare un’ottima carne alla griglia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *